Lavoro e vita professionale

Conciliabilità fra professione e famiglia
La creazione di idonee condizioni quadro per consentire a donne e uomini una migliore conciliabilità fra lavoro e famiglia costituisce un elemento cardine della politica delle pari opportunità.

Congedo parentale retribuito per madri e padri
La Commissione federale per le questioni femminili CFQF chiede l’introduzione di un congedo parentale retribuito di 24 settimane disciplinato per legge. Una parte di tale congedo deve essere obbligatoriamente riservata ai padri.

Documento di posizione della CFQF:
Documento di posizione della CFQF:

La parità nella vita professionale è sancita per legge
Dal 1º luglio 1996 è in vigore la legge federale sulla parità dei sessi, che vieta le discriminazioni dirette e indirette nella vita professionale e dovrebbe agevolare la realizzazione delle pari opportunità nel mondo del lavoro.

Parità salariale non ancora raggiunta
La differenza di salario fra i sessi è comunque sempre ancora notevole. I salari delle donne sono in media sensibilmente inferiori a quelli degli uomini. Questa differenza di retribuzione fra i sessi tocca tutti i settori economici, indipendentemente dal livello di istruzione e dai requisiti dell'impiego. Circa il 40% di questa discrepanza non può essere spiegato con fattori oggettivi (formazione, posizione professionale, requisiti, durata dell'impiego) e va considerata discriminazione salariale.
Nell’ottobre del 2014, il Consiglio federale ha annunciato l’adozione di misure supplementari contro la discriminazione salariale delle donne. Le datrici e i datori di lavoro saranno obbligati a eseguire analisi dei salari e a sottoporsi a controlli indipendenti.

Parere della CFQF:

2.2 Parità salariale (PDF, 105 kB, 17.11.2015)Donne Potere Storia 2001–2015

Carenza nell'offerta di presa a carico dei figli esterna alla famiglia
A tutt'oggi si registra una profonda carenza di posti di presa a carico dei figli complementare alla famiglia e alla scuola. Le divergenze nell'offerta dei cantoni e dei comuni sono considerevoli. Dalla sua entrata in vigore nel 2003 il programma d'impulso della Confederazione per una maggiore offerta di presa a carico dei figli complementare alla famiglia fornisce un importante contributo e pertanto va mantenuto.

Parere della CFQF sul programma d'impulso della Confederazione:

Quote di genere
La quota maschile nelle posizioni dirigenziali è nettamente superiore a quella femminile. Complessivamente, le donne occupano solo un terzo delle posizioni in questione, contro due terzi degli uomini. Nelle aziende, le differenze da questo punto di vista permangono anche tra donne e uomini con lo stesso livello di istruzione.
Nel 2014, il Consiglio federale ha posto in consultazione una proposta di modifica del Codice delle obbligazioni (Diritto della società anonima) che introduce un valore di riferimento pari al 30 per cento per la rappresentanza di ciascun sesso nel consiglio di amministrazione e nella direzione delle società.

Parere della CFQF:
Parere della CFQF:

Des quotas de femmes dans les cercles dirigeants de l'économie (PDF, 1 MB, 26.02.2014)Document de travail élaboré sur mandat de la CFQF. Auteure: Regula Kägi-Diener. 39 p., F/D

Autres prises de position et publications de la CFQF

Assicurazione maternità

Presa a carico dei figli esterna alla famiglia

Per chi? Come? Dove? (PDF, 7 MB, 20.02.2014)Un prontuario sulla sorveglianza extrafamiliare dei bambini e dei ragazzi. Berna: 1993, 52 p. I/F/D

Pareri della CFQF su altri temi

Ulteriori informazioni

https://www.ekf.admin.ch/content/ekf/it/home/themen/diritti-economici--sociali-e-culturali/lavoro-e-vita-professionale.html